Il perfetto storytelling per aziende? Ecco 5 regole da seguire

da | Strategia | 0 commenti

È impossibile non comunicare, ma è possibile farlo male. Lo storytelling serve per le aziende a comunicare nel modo giusto, a raccontare una storia che emozioni i clienti e li faccia sentire parte del percorso dell’azienda.

Vediamo cos’è lo storytelling, come utilizzarlo in azienda e quali sono le regole da seguire per scrivere una storia perfetta.

Cos’è lo storytelling

Lo storytelling, in italiano raccontare una storia, è il modo di comunicare ai clienti attraverso la narrazione di una storia, che può essere scritta ma anche realizzata sotto forma di immagini o video.

La storia da raccontare si basa su situazioni realistiche, sui bisogni che la tua azienda soddisfa e serve a emozionare il lettore, a coinvolgerlo in una storia e a farlo sentire parte della tua azienda e dei suoi valori.

Lo storytelling per aziende però non è (solo) questione di emozioni o di creatività, ci sono una serie di regole da seguire per creare una storia efficace, capace di raggiungere il cuore dei clienti e entrare in contatto con loro, vediamo quali sono.

Conosci il tuo brand e il tuo target

Per raccontare una storia coinvolgente è fondamentale sapere di cosa stiamo parlando e a chi ne stiamo parlando.

Non solo, dobbiamo essere consapevoli della nostra brand personality e del valore che i nostri clienti danno all’azienda, solo in questo modo possiamo trovare il modo migliore di parlare e fare un buon storytelling ai nostri clienti.

Trova il tuo obiettivo

Per uno storytelling efficace ogni storia deve avere un obiettivo, ad esempio portare i tuoi clienti a prendere una decisione, a fare un acquisto, presentare un nuovo prodotto oppure far conoscere la tua azienda a nuove persone.

Come ogni contenuto aziendale quando lo storytelling non ha un obiettivo in linea con quelli aziendali la storia può essere perfetta, ma il rischio è che non porti alcun tipo di vantaggio al tuo brand.

Pianifica la storia e adotta uno stile giornalistico

Esattamente come dobbiamo avere chiaro l’obiettivo della nostra narrazione, prima di iniziare a scrivere una storia dobbiamo già avere in mente il suo inizio e la sua fine, per evitare di perderci in dettagli e discorsi inutili al fine della storia.

Nella pianificazione può essere molto utile anche l’adozione delle 5W + 1H del giornalismo (chi, cosa, quando, dove, perché e come).

Chi è il protagonista, cosa succede nel racconto, quando e dove si svolge la storia, perché succede e come si svolgono i fatti sono tutti dati fondamentali per la storia e permettono di creare uno schema di partenza, da arricchire con tutti i dettagli per coinvolgere i clienti.

Non esagerare con i dettagli

Una volta definiti i punti fondamentali della storia con le 5W + 1H dobbiamo andare ad arricchire il racconto con dettagli, descrizioni e elementi che possano coinvolgere ancora di più chi legge.

Attenzione però a non esagerare: una descrizione troppo lunga e dettagliata o elementi superflui nel racconto possono distrarre il lettore, allontanandolo dall’obiettivo finale del racconto.

Parla per immagini

Saldamente legata al tema dei dettagli è la regola del parlare per immagini. Per creare storie efficaci e indimenticabili dobbiamo scrivere con la tecnica dello Show, don’t tell, ovvero del mostrare e non raccontare.

Attraverso la narrazione per immagini, descrittiva ma non lunga, e la comunicazione indiretta che mette al centro il cliente, permettiamo al cliente di immaginare la storia, di ricordarla più facilmente e anche di immedesimarsi nel racconto.

Vuoi raccontare la tua storia?

Siamo qui per aiutarti a diffondere la tua impresa.

Giada Corneli

Giada Corneli

Content writer e consulente di comunicazione. La scrittura la accompagna da sempre, come passione e come lavoro. Insieme a lei potrai trovare il tuo personalissimo modo di comunicare e mettere in evidenza il tuo stile e tutto quello che rende speciale il tuo lavoro.

Cosa ne pensi?

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

Le 4 “I” dello storytelling

Le 4 “I” dello storytelling

Ormai lo sappiamo: lo storytelling è l’elemento trainante della comunicazione di un brand. Ma ti sei mai chiesto quali sono le caratteristiche che deve avere un racconto per essere considerato una buona storia? Storytelling, l’arte di narrare storie Nell’attuale...

leggi tutto