La voce come protagonista del racconto?

da | Social media, Strategia | 0 commenti

Che lo storytelling sia la più naturale e antica forma di comunicazione e che non si tratti di un semplice racconto di storielle è ormai ben chiaro. Questa tecnica aiuta a costruire una narrazione avvincente e a persuadere chi abbiamo di fronte a compiere delle azioni. D’altronde l’essere umano, da sempre, è incuriosito dalle storie altrui ed è forse per questo motivo che aziende e organizzazioni stanno sfruttando al massimo le sue potenzialità.

Ciò che si sottovaluta più spesso, però, è l’importanza che ha la voce all’interno del racconto

Se ci pensiamo, questa è il primo strumento di comunicazione che impariamo, il primo che trasferisce informazioni e che può suscitare in chi la ascolta relax, agitazione e alcune volte anche rabbia. Di un personaggio cinematografico ricordiamo il doppiaggio, di uno speaker radiofonico idealizziamo la fisicità attraverso l’ascolto della sua voce e di un formatore siamo attratti dal carisma del tono. 

Fare storytelling significa coinvolgere e portare all’interno della propria realtà il cliente sfruttando tutti e 5 i sensi, di cui uno è proprio l’udito.

In questo, il podcast può correre in aiuto

La sua efficacia nella narrazione di impresa risiede nel fatto che, a differenza di un’immagine o di uno spot televisivo, il podcast ti parla direttamente nelle orecchie e la voce viene mescolata alla musica, agli effetti sonori o ai rumori del mondo che racconta, creando una sorta di film in cui è la creatività dell’utente a delineare un’immagine personale e unica.

Un esempio? Il podcast fatto con Socialboby

Vuoi raccontare la tua storia?

Siamo qui per aiutarti a diffondere la tua impresa.

Elizabeth Gelfi

Elizabeth Gelfi

Storyteller. È la mamma di Tramemotive. È lei che decide la linea editoriale e che scrive gli articoli della sezione Strategia di storytelling. Di base una professionista che guarda al bicchiere mezzo pieno, propositiva e proattiva, ma anche estremamente concreta e riflessiva.

Cosa ne pensi?

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Potrebbe interessarti anche:

Le 4 “I” dello storytelling

Le 4 “I” dello storytelling

Ormai lo sappiamo: lo storytelling è l’elemento trainante della comunicazione di un brand. Ma ti sei mai chiesto quali sono le caratteristiche che deve avere un racconto per essere considerato una buona storia? Storytelling, l’arte di narrare storie Nell’attuale...

leggi tutto